#lepaginedelvino –  Quanti corsi, webinar, digital talk, meeting abbiamo fatto in tre mesi di lockdown rinunciando alla convivialità del mondo del vino? tanti. Troppi forse. Di sicuro, il mondo vitivinicolo non era molto abituato a questa versione virtuale. Di sicuro abbiamo dovuto rinunciare all’allenamento multisensoriale anche se l’udito e la vista sono stati messi molto alla prova (davanti ad un PC o a un tablet)  forse più che l’olfatto e il gusto ma il calice mezzo pieno lo abbiamo potuto tenere sempre in pole position…

Fatto sta ed è che il mondo del vino sta attraversando una fase particolarmente digitale. E ci dobbiamo adeguare, qualche volta anche compiacere, quando il virtuale diventa formazione e occasione di crescita. Si cresce studiando, imparando, sperimentando. Si cresce fra professionisti di un settore tipicamente tradizionalista e con i piedi per terra, ma le idee si sa hanno lo sguardo lungo. Così come la voglia di migliorare le cose e evolversi. A questo atteggiamento è decisamente rivolta una iniziativa consortile. Proprio così, mercoledì 17 giugno 2020, dall’Oltrepò del vino, territorio che lotta per la sua identità, per valori e storia di uomini e di cantine che hanno contribuito al racconto globale del vino italiano, parte un’iniziativa mirata proprio al digitale: per la comunicazione, il marketing e la formazione delle cantine e delle aziende della filiera vitivinicola.

Si intitola Oltrepò Digital Talk, questa attività del Consorzio Vini Oltrepò ed è realizzata nell’ambito del progetto Ambizione per l’Italia per le PMI di Microsoft Italia in collaborazione con Si-Net. Gilda Fugazza, nuovo presidente del Consorzio Oltrepò, è subito parsa entusiasta della proposta e ha detto: Il digitale è entrato di corsa in cantina e non ce ne siamo quasi neanche accorti. Dobbiamo aggiornarci e tenerci al passo per innovarci senza perdere la nostra cultura relazionale che da sempre ci caratterizza anche come italiani ed è il cuore del made in Italy. I tempi ci impongono un cambiamento che può essere una opportunità. La formazione e la conoscenza delle nuove leve di marketing – per di più digitali – passa attraverso l’evoluzione tecnologica.

Il  Consorzio Vini Oltrepò Pavese si rende di fatto protagonista di una attività digitale sulla strada innovativa di comunicazione, marketing e formazione finalizzata a rendere più smart, attuali, accessibili e tecnologiche le cantine e le aziende di filiera del vitivinicolo, implementando l’attività digitale necessaria soprattutto in questa Fase 2 post Pandemia, che ha imposto una urgente evoluzione digitale.

L’appuntamento è stato fissato mercoledì 17 giugno 2020 alle ore 14: Oltrepò Pavese Digital Talk sarà indirizzato a tutto il data base consortile e a tutti i Consorzi di Lombardia, oltre che ai media interessati e accreditati per una condivisione e una visione molto più innovativa della filiera del vino.

Dopo l’introduzione e saluto iniziale a cura di Consorzio Vini Oltrepò Pavese (Gilda Fugazza, presidente e Carlo Veronese, direttore) interverranno Carlo Vischi, advisor progetto Ambizione per l’Italia per le PMI di Microsoft Italia, Febo Leondini, docente master Trade Management della Luiss Business School, e Walter Gabetta Responsabile delle relazioni di Business Bifactory, Fausto Turco, AD di Si-Net gold partner di Microsoft Italia.

Carlo Veronese, direttore del Consorzio Oltrepò sottolinea l’opportunità di crescita per il Territorio: Siamo contenti di aderire a questa iniziativa di Si-Net e Microsoft – ha detto Veronese – e ci fa anche piacere essere apripista e in un certo senso portavoce verso altri Consorzi di Lombardia perché crediamo profondamente nel lavoro di squadra del nostro Territorio e della nostra Regione che ha una tradizione agricola e soprattutto vitivinicola, ma ha anche una predisposizione per l’innovazione, da sempre. Il nostro mondo è sicuramente più pratico che digitale, e questo da sempre, ma la mentalità di molti produttori, soprattutto le giovani generazioni, sta mostrando creatività e apertura nella comunicazione e nella voglia di mettersi in gioco sfruttando i mezzi tecnologici immediatamente disponibili che in un attimo ci mettono in relazione professionale, sicura e importante con il business del vino.

Questo incontro non è da intendersi come una lezione frontale di digital marketing: si tratta piuttosto di un confronto, una condivisione e una interazione molto forte e significativa, apripista anche in ottica di implementazione del digitale per degustazioni, presentazioni di prodotto, incontri con i buyer, meeting di lavoro e via dicendo. Il nuovo format dei Digital Talk prevede una forte interazione con chi segue da remoto  attraverso una chat dedicata per domande e approfondimenti.

Partecipando al Digital Talk si interagisce anche testando live una sorta di questionario (marketing): con la proposta di alcune domande che verranno istantaneamente visualizzate dai partecipanti e consentiranno di ricevere in tempo reale il live degli orientamenti relativamente alle risposte. In pratica per ogni domanda si condividerà attraverso un gruppo di risposte la percentuale di gradimento di ognuna.

Appuntamento per mercoledì 17 giugno 2020 alle ore 14 con un collegamento facile e interattivo attraverso una mail che sarà veicolata dalla Comunicazione del Consorzio. Per info mail: [email protected]