Quel perlage bio e anche vegan

#Vinitaly2018 - Ci sono storie curiose da assaporare quest'anno al Vinitaly. Eccone una: arriva dalla storica azienda biologica del Conegliano Valdobbiadene Prosecco Superiore DOCG che porta in fiera i suoi vini certificati bio e vegan, frutto di oltre trent’anni d’esperienza

#lepaginedelvino - Ah le mode. Se poi le promesse di qualità e di gusto sono mantenute. Meglio ancora. Tutto da degustare. Comunque sia, qui il Prosecco biologico è arrivato. Intanto la notizia è qui: Perlage, azienda del Conegliano Valdobbiadene Prosecco Superiore DOCG con la più lunga esperienza nel biologico - certificata bio dal 1985 – porta a Vinitaly la sua storia unica fatta di amore per il territorio, tutela dell’ecosistema e rispetto per i clienti.

Da oltre 30 anni Perlage racconta il mondo del Prosecco guidata da valori forti e con un approccio innovativo. Quando ancora il biologico era un tema poco discusso ed esplorato Perlage è stata la prima cantina a specializzarsi nella produzione di Prosecco biologico. Negli anni poi, proseguendo in un’ottica di attenzione al consumatore, alla sua salute e alle sue necessità, l’azienda ha lavorato costantemente per garantire una continua riduzione di solforosa nei vini e per ottenere la certificazione vegana.

Perlage ha intrapreso inoltre un percorso che mira ad integrare il tema della sostenibilità nei propri processi produttivi e di commercializzazione, attraverso concetti come il risparmio energetico e l’uso sostenibile delle risorse.

Nell’anno del cibo italiano Perlage ha organizzato un aperitivo vegan con la partecipazione della blogger veronese Samantha Fontana (Gusta De Gusta blog) presso il suo stand a Vinitaly.

Lunedì 16 aprile dalle 16.30 verranno serviti alcuni stuzzichini accompagnati da Canah Valdobbiadene Prosecco Superiore DOCG Brut e da PerlApp Spumante Extra Dry a bassa gradazione alcolica con un packaging riciclabile al 100% e completamente rinnovato. Per esaltare e mantenere stretto il legame con il territorio rendendo unico questo evento ci saranno le poesie declamate dal poeta veneto Ugo Brusaporco, critico cinematografico, docente, scrittore e firma per il quotidiano l’Arena.

I commenti sono chiusi