UN GIRO IN CANTINA DA FAUSTO COPPI

Ci vediamo in Cantina. Così, con la semplicità dei Campionissimi - che alla terza generazione tornano dove tutto è iniziato, a Castellania, borgo natio di Fausto CoppiFrancesco Bellocchio, nipote di Fausto (è il figlio di Marina Coppi), con la moglie Anna ha deciso di festeggiare con un gruppo di amici speciali la partenza della tappa del #Giro100 che da Castellania, sabato 20 maggio 2017, ha raggiunto Oropa, nel Giro d’Italia giunto alla centesima edizione. Un Giro in Cantina è stata l’occasione per proporre un Lunch Special Edition con la partecipazione  di… un piatto straordinario magistralmente proposto per l’occasione dal grande chef Enrico Crippa. Risultato?  Un risotto rosa da tre stelle. Il companatico? piccole magie di Anna Ghisolfi, maga della cucina. Il tutto innaffiato da una selezione di vini davvero da classifica. Questo succede quando si ripercorrono le strade del mito e si punta in alto. Anche col vino.

Per Enrico Crippa un giorno da campionissimo

Enrico Crippa, chef stellato di Piazza Duomo ad Alba, si è concesso per l’occasione alla bicicletta proprio per essere protagonista di Un Giro in Cantina, pedalando da Serravalle Designer Outlet - dopo un'accoglienza unica nella sala lounge dall'atmosfera magicamente retrò - a Novi Ligure, tappa al Museo dei Campionissimi, e poi su a Castellania paese natio di Fausto e Serse Coppi, dove è nata l'azienda vitivinicola della famiglia del Campionissimo, che porta il nome della figlia Marina Coppi. A Castellania fra vigne di Timorasso e Barbera, dove lavorano da vigneron i campionissimi nuova generazione, Anna e Francesco Bellocchio.

Francesco Bellocchio ed Enrico Crippa hanno pedalato (entrambi felici come bambini) su una bicicletta che è stata del grande Fausto. In sella (originale anche quella) a biciclette d'epoca e vestendo una maglia di lana griffata Fausto Coppi i due hanno raggiunto Castellania per dare il via alla tappa del Giro e ad una festa in cantina con ospiti speciali. Fra questi Pietro Pellegrini, un vero punto di riferimento del mondo che conta del vino, il manager Tarcisio Persegona (gran pedalatore e scalatore) e Pier Bergonzi, nella duplice veste di apprezzato sommelier e di vice direttore de La Gazzetta dello Sport, il giornale che organizza il Giro d'Italia. 

Le leccornie di Anna Ghisolfi

Un Giro in Cantina per l’azienda Vigne Marina Coppi, che porta il nome della figlia del Campionissimo e che è condotta da Anna e Francesco Bellocchio, ha significato anche una degustazione molto speciale golosamente arricchita dai magistrali finger food di Anna Ghisolfi: come focaccine fragole, focaccine capperi e ciliegie, capperi con salame e montebore; pizzette; gomitolini al parmigiano, fagottini al vitel tonnè; cipolle ripiene di zucca; blinis con mozzarellina e pomodoro; mini paninetti arabi con montebore e fragola; spiedini di agnolottini di brasato; minipatatine con tartare di trota; mini gelatine di brachetto con fruttini rossi; mousse di yogurt;  croccante di nocciola con ciliegie fresche.

Le delizie di Anna Ghisolfi sono state abbinate ad una serie di etichette da maglia rosa: Champagne Jacquesson Cuvée 740, Timorasso Vigne Marina Coppi Fausto 2013, Timorasso Vigne Marina Coppi Fausto 2014, Favorita Vigne Marina Coppi  Marine 2014, Barbera Superiore Vigne Marina Coppi I Grop 2012,  Barolo Ceretto 2013 e dulcis in fundo un Pedro Ximénez 2014.

Fra le etichette pedala anche Rapha!

L’occasione speciale è stata anche arricchita da una prima assoluta, la prima uscita ufficiale sulle strade della Corsa Rosa della collezione di abbigliamento vintage a marchio Rapha, collezione dedicata al grande Fausto Coppi.

Il brand inglese ha voluto concentrarsi sullo stile inconfondibile del Campionissimo per colpire nel segno e nel cuore degli appassionati di ciclismo, omaggiando e ricordando con stile (vintage) il nostro grande campione Fausto Coppi e una Special limited edition riporta il doppio brand Vigne Marina Coppi - Rapha in onore della pedalata.

Tornare alle origini come fa Bellocchio

Tornare alle origini del mito. Tornare alla costruzione, attraverso la fatica del lavoro della terra. Tornare da dove tutto ha avuto inizio. E' anche un omaggio alle colline del grande campione e l'evento Un Giro In Cantina di sabato 20 maggio, a Castellania, ha detto anche questo.

A due anni dal Centenario della nascita di Fausto Coppi, ecco un omaggio proprio alla terra di Coppi, alle sue Vigne: dove tutto ha avuto origine …  Quella stessa fatica e quell’amore per la terra che dà i suoi frutti è oggi il pane quotidiano di Anna e Francesco Bellocchio (nella foto) .

Francesco, il vigneron campionissimo ha detto: Il Giro ha toccato le nostre colline ed è stato emozionante vedere quanto affetto gira ancora oggi attorno a noi. Nel ricordo sempre vivo di Fausto Coppi. Mio nonno. 

Lì dove continua tutto, a Castellania, sorgono le Vigne Marina Coppi, e c’è una storia di una famiglia che pedala. Ed è tutto proprio nel segno della continuità: La nostra famiglia pedala in vigna – continua Bellocchio – e sono sicuro che a mio nonno questo avrebbe fatto piacere. Per ricordarlo abbiamo pedalato da Serravalle Designer Outlet su queste strade che arrampicano verso Castellania, in compagnia di tanti amici ed è bellissimo. 

 Ancora più bello perché nel giorno dell’avvio di una Tappa chiave del Giro, alla sua centesima edizione. Abbiamo pedalato sì un po’ nella storia ma anche nel presente e nel futuro rispettando i ricordi e beandoci degli insegnamenti di chi ha vinto e dato tanto alla sua terra…

Ancorati ai vitigni che legano al territorio

Nell’agosto del 2003 nasce Vigne Marina Coppi. La memoria storica degli anziani ha guidato questi giovani vigneron nelle scelta dei vitigni e dei luoghi che da sempre,  grazie al terreno e all’esposizione soleggiata, sono i più vocati ad una viticoltura di pregio.

Lo dicono sempre: le nuove conoscenze agronomiche e genetiche hanno permesso di individuare i cloni e i portinnesti  che meglio si adattano a produrre uve di qualità. E così loro hanno scelto i vitigni storicamente coltivati in Piemonte, Barbera, Nebbiolo, Croatina a bacca nera, Favorita e Timorasso a bacca bianca, una scelta che esprime il legame con la tradizione.

L’impianto è limitato a pochi ettari, quelli di una piccola realtà familiare, e consente la coltivazione diretta e la raccolta manuale delle uve, puntando essenzialmente alla qualità. I  vini sono la sintesi tra moderne tecniche di vinificazione e la cura e la competenza che solo chi ama e da sempre conosce queste vigne può dare.

La produzione si può definire artigianale e si aggira intorno alle 25 mila bottiglie l’anno. Questo permette di seguire direttamente e con estrema cura ogni fase del lavoro di cantina, per ottenere vini che esprimono la personalità dell’uomo e la forza della terra.

 

Vigne Marina Coppi e le sue etichette

I Vini di Vigne Marina Coppi. Eccoli i magnifici che vestono tutte le maglie nella collezione della Cantina di Castellania!

Colli Tortonesi DOC Barbera SANT’ANDREA - Da uve Barbera e da una piccola percentuale di Croatina. La semplicità, l’intensità dei profumi e la piacevolezza di beva ne fanno un rosso giovane.

Colli Tortonesi DOC Rosso (Nebbiolo) LINDIN - Elegante espressione di uve nebbiolo Michet, coltivate a Castellania, su marne di Sant’Agata (Tortoniano). Si affina in tonneaux di rovere francese.

 Colli Tortonesi DOC Barbera Superiore I GROP - Da uve Barbera selezionate in vigna vecchia in terreno argilloso- calcareo ricco di fossili e marne di Sant’Agata. Matura in botte grande di rovere secondo la tradizione piemontese. Coniuga finezza e struttura.

 Colli Tortonesi DOC Favorita MARINE - Vendemmia di uva Favorita/Vermentino. Si esaltano profumi e struttura grazie alla lunga permanenza sui lieviti accompagnata dal bâtonnage manuale.   

Colli Tortonesi DOC Timorasso FAUSTO - Da uve timorasso in purezza, evidenzia le doti naturali di questo raro vitigno. Profumi complessi ed eleganti,  anima da rosso in un corpo da bianco, mineralità sapidità, calore e freschezza.    

Da sempre la nostra famiglia è legata a Castellania e qui ritroviamo affetti e tradizioni. Oggi in queste colline affondano le radici del nostro futuro. Coltiviamo le vigne con cura e passione, consapevoli di poter ottenere uve dalle qualità straordinarie.

Francesco Bellocchio

Un Giro in Cantina grazie a ... Per la selezione dei vini di Un Giro in Cantina a Castellania del 20 maggio 2017 l'azienda Vigne Marina Coppi ringrazia Pellegrini Spa e  Ceretto Aziende Vitivinicole, partner di grande prestigio ma soprattutto amici come ha detto e sottolineato a più riprese Franesco Bellocchio.

PS Il brindisi tintinnante dei protagonisti tutti di Un Giro in Cantina si è sentito in lungo e in largo per i Colli Tortonesi perché il vetro era quello giusto degli amici austriaci del celebre e trasparentissimo brand Sophienwald: i bicchieri da maglia rosa per vini che possono solo vincere! 

La giornata ha avuto inizio con uno speciale welcome coffee che si è svolto presso Serravalle Designer Outlet grazie all'impegno di McArthurGlen Group. Daniela Bricola, che è centre manager di Serravalle Designer Outlet, guardando ammirata i ciclostorici coppiani ha detto fra l’altro:  Serravalle Designer Outlet ha voluto riscrivere, ospitando la partenza del Giro in cantina, la sua dichiarazione d’amore per il territorio, i suoi gusti e i suoi vini, per il ciclismo e i suoi Campionissimi, Costante Girardengo e i fratelli Serse e Fausto Coppi.

Serravalle è divenuta col tempo un crocevia di culture e provenienze diverse, un incrocio di strade che partono da tutto il mondo. E proprio in quanto al viaggiare, all’abbracciare le terre e le genti d’Italia e del mondo, la bicicletta è un fantastico simbolo, e Fausto Coppi la sua icona eterna. Brindiamo quindi volentieri con Francesco Bellocchio e il suo gruppo di amici, per onorare con loro una tradizione che ci è tanto cara.

I commenti sono chiusi