A San Biagio nel girone dei golosi in Gambellara

A volte i Santi ci vengono proprio in aiuto. Per creare anche occasioni di festa. Ecco quella di San Biagio, protettore della gola - organo fondamentale per noi golosi - che in Gambellara crea un appuntamento speciale. Si chiama Happy Gambellara ed è un incontro fra i prodotti tipici della Valle del Chiampo e i vini vulcanici di Gambellarea. Dove? A Montorso Vicentino. Quando? Domenica 29 gennaio 2017

#lepaginedelvino - A noi piacciono molto le storie dei Santi (se vuoi leggerne di più vai alla rubrica di Magister Maffi QUI). E perché ci piacciono? Perché, fra l'altro, spesso sono legate all'agricoltura, al lavoro della Terra, ai miracoli della Natura. Così c'è anche San Biagio da ricordare e passere in rassegna. A febbraio.

Vescovo e martire, San Biagio cade il 3 febbraio sul calendario dei Santi. Ed è il protettore della gola. Anche questo ci piace, perché protegge un organo tanto prezioso per i winelover e per i degustatori e persino  per chi punta soprattutto sull'aspetto propriamente godereccio del gusto... Dal paradiso al sesto canto dell'inferno di Dante dove (ci) ritroviamo fra i golosi!

Insomma, viva San Biagio e chi lo ricorda, anche con un calice alzato come fa Happy Gambellara, a Montorso Vicentino, che per la sua festa, domenica 29 gennaio 2017, organizza un incontro magico: nel quale i vini vulcanici incontrano i prodotti della Valle del Chiampo per un connubio di sapori tipici.

Organizza il Consorzio Tutela Vini Gambellara. L'appuntamento inizia a partire dalle ore 11 fino alle 12.30 ed è a Villa Da Porto Barbaran, dove si celebra proprio Happy Gambellara, aperitivo con i vini vulcanici di Gambellara abbinati a un ricco buffet composto da formaggi del Caseificio Albiero e stuzzicanti assaggi della Macelleria Ghiotto.

A seguire è previsto anche un pranzo A tavola con il torello allevato a Montorso (prenotazioni alla Proloco di Montorso: tel. 368.7186307). Durante l’intera giornata sarà possibile visitare la mostra mercato dei prodotti tipici locali ed etnici e l’esposizione Le balle di Montorso: fantasia e… realizzata dagli alunni delle scuole locali.

Raccomandato per winelover e anche per gourmetlover. Per tutti, insomma. Santi e non. Con tanto di benedizione (della gola) e che la festa di San Biagio sia!

 

 

I commenti sono chiusi