ViNOI per la qualità naturale del vino

Una degustazione di vini bio? Dove? A Firenze? Come? In una parola: si chiama ViNoi e per il quando, la data da fissare (e prenotare) è domenica 26 febbraio 2017, inizio ore 11. Pensatela come volete, ma il tema è interessante. E non cattura solo l'attenzione dei talebani del naturale. È una proposta che si rifà alla qualità naturale e sa di buono, di vero, di ritorno alle cose ben fatte. Cose? Scusate, al vino!

#lepaginedelvino - ViNi biologici, biodinamici, naturali, artigianali: la promessa degustativa di questa domenica 26 febbraio 2017 è una proposta speciale, all'insegna del vino, a Firenze. Più di 100 etichette sono messe in assaggio per oltre 20 VitiCultori Artigianani Italiani, collezionati da Nord a Sud del nostro Belpaese, per l'edizione 2017 di  ViNoi

L'evento è solo alla seconda edizione, ma ha già costruito il suo stile, il suo fascino. La degustazione-evento è organizzata da ViNoi ed è rivolta sia agli operatori attenti della ristorazione, sia ad un pubblico definito da chi organizza semplicemente eco-consapevole.

Lo spirito è quello di preservare il concetto di Qualità Naturale, rifiutando ogni logica di produzione agricola intensiva, dannosa per la natura e per l'uomo, e sostenendo il lavoro dei piccoli produttori nella Distribuzione Alternativa e Sostenibile.
 
 Si apre alle 11:00 con degustazioni blind, a numero limitato e su prenotazione (si consiglia di scrivere a [email protected]), riservate a stampa ed operatori, in cui, insieme ai produttori, si mettono a confronto territori, vitigni, annate e stili di vinificazione diversi.

Ecco i produttori che hanno già aderito e che si metteranno in gioco per condividere la giornata con gli Amici VitiCultori: Cantina Morone (Campania), Corte Fusia - Franciacorta (Lombardia), Fattoria di Poggiopiano - Galardi (Toscana),
Fattoria Tregole (Toscana), Fratelli Collavo (Veneto), Lazzari (Lombardia), Le Spinèe (Veneto), Oltretorrente (Piemonte), Raìna (Umbria), Redondèl (Trentino), Rugrà (Piemonte), Tenuta Dornach Ansitz (Alto Adige), Tenute Pacelli (Calabria), Villa Job (Friuli Venezia Giulia).

Alla degustazione si aggiungono Valdibella (Sicilia), Cascina Boccaccio (Piemonte),
 Tenuta Ca' Sciampagne (Marche), Castello di Stefanago (Lombardia),  Failoni (Marche) e Ferlat (Friuli Venezia Giulia). 

ViNoi è un'idea e un progetto di Laura Giovinetti, che è consulente commerciale e sensoriale di questa innovativa realtà, nonché amministratore insieme con Andrea Marsico. 

L'evento si concluderà con una sezione dedicata alla distilleria-liquoristica biologica di Origine - Green Spirits (Liguria), con un'Organic Mixology Sonora. Andrea Marsico, consulente enologico e marketing ci spiega questa bella novità 2017: «Ci sarà una parte dedicata alla liquoristica ed alla distilleria biologica, vista la presenza di Origine (un laboratorio italiano che utilizza tutta materia prima a chilometro zero per i propri prodotti e sono ottimi!). Quindi, stiamo ultimando una fase conclusiva dell'evento con dei bartender che creerano per l'evento dei cocktail da degustazione. Ci sarà anche il Vermouth Numero Uno di Raìna (da Sagrantino di Montefalco: sublime!). In aggiunta, oltre al food, ci sarà, a conclusione dell'evento, un djset! Contaminazione totale».


DOVE COME QUANDO |
L'Evento si svolge presso Uoll Loft, con parcheggio gratuito custodito. Ingresso in Via Reginaldo Giuliani 51 (accanto Agip). A Firenze. Domenica 26 febbraio 2017, dalle ore 11. Prenotazione obbligatoria. Sonpo attivi Organic Wine Shop e Food Corner. Qui l'evento su FB: ViNoi 2017. Richiesta Prevendite & Accrediti: [email protected]

I commenti sono chiusi