Vuoi mettere un sommelier dell’olio (extra vergine d’oliva)

A Milano parte il primo corso per Sommelier dell’olio. Lo organizza la Fondazione Italiana Sommelier Lombardia con Bibenda @lucianarota

#lepaginedelvino e dell'olio - La salute e la cultura del cibo fanno bene. Se li gusti e degusti insieme. Se li conosci e li approfondisci. Se li sai amare ed usare nel modo giusto. Con tutte le informazioni che servono e con tutta la passione che ci vuole per raccontare un prodotto della natura che per tipicità e storia è già, di per sé, orientato alla salute.

Ci vogliono tredici lezioni serrate (e serie) e dieci docenti qualificati – quelli di Bibenda coordinati da Fondazione Italiana Sommelier – per fare un vero Sommelier dell’olio. Per fare, cioè, un esperto che sia in grado di dirti quale è buono, oltre che magari bello, quale serve per una causa (anche dei sensi) e addirittura anche quale fa bene o meglio. Per sapere scegliere e proporre sempre quello giusto.

Che sia Olio, dunque, anzi olio extra vergine d'oliva e ancora: che si sappia dove metterlo, come usarlo, quanto, e anche il perché e il come la terra lo produce. In Italia ce ne sono oltre 500 di cultuvar dell'olio! Da qui  quei preziosi piccoli frutti, per altro bellissimi, che  poi l’uomo ha imparato a trasformare in un liquido potenzialmente d’oro.

Potenzialmente: è l’avverbio dietro al quale sta questo corso della Fondazione Sommelier in Lombardia, che approfondisce e amplia la passione e la cultura per l’olio e lo fa con lezioni di alto profilo.

Tra gli argomenti trattati, oltre alla storia dell’olivicoltura e ai focus sulle cultivar del Nord e del Sud Italia, il corso della Fis Lombardia è, come detto, anche attento all’aspetto salute. E fa bene, con i tempi e le notizie che corrono: l’argomento, infatti,  sarà trattato da un medico nutrizionista in grado di dare un valore aggiunto alla conoscenza dell’olio, terapeutico in molti casi, prezioso alleato da sempre anche nella prevenzione di alcune malattie del secolo. Tutto sta nella conoscenza.

«Per la prima volta – spiega Daniele Rigillo, presidente della Fondazione Italiana Sommelier Lombardia –, gli operatori lombardi del settore enogastronomico avranno la possibilità di approfondire e studiare meglio questo prodotto, l’olio, per avere gli strumenti giusti che permettano di riconoscere difetti e pregi di un prodotto così importante nella nostra cultura del cibo. Si degusteranno sei oli a ogni lezione e, infine, imparando anche ad abbinarlo nel modo più corretto, si avrà un quadro davvero completo per diventare veri esperti (con tanto di diploma di Sommelier dell’olio) di uno dei principali ingredienti presenti nelle nostre cucine».

È  insomma un’esperienza unica per imparare a riconoscere le vere qualità dell’Olio Extravergine di Oliva, raccomandano i cultori dell’Associazione Italiana Sommelier dell’Olio. E l’esperienza va provata con tutti i sensi.

L’olio poi è un mondo, come quello del vino, che conquista i più diversi palati. Il target è ampio, non solo interessa operatori del settore, con l'obbiettivo di ampliare il bagaglio di conoscenze, le referenze, la qualità della professionalità, ma oggi è anche capace di conquistare un pubblico più ampio, come fa il vino. E questa passione molte volte persino… sconfina.

«Curioso segnalare a tale proposito  – conclude soddisfatto Daniele Rigillo – che a questo corso di Milano non si siano iscritti solo italiani ma anche molti stranieri, in particolare giapponesi, sempre più curiosi di scoprire l’olio extravergine d’oliva e le sue peculiarità, un risultato importante per la nostra Fondazione che in questa delegazione del capoluogo lombardo, diventa così un punto strategico per la cultura dell’olio oltre che per quella del vino. Si apre così un altro capitolo importante per la Fondazione Italiana Sommelier Lombardia». 

IL CORSO | Si svolge a Milano presso l’hotel Holiday Inn Milan Garibaldi Station, in via Ugo Bassi al civico 1/A, con un doppio turno che prevede rispettivamente le fasce orarie dalle 16 alle 18,30 e dalle 20 alle 22,30, avrà inizio giovedì 27 ottobre e si concluderà giovedì 27 febbraio. Per info mail to: [email protected]

I commenti sono chiusi