C’è un’Istria da bere e una da pedalare

Quando puoi, pedali. E ci prendi gusto. Quando puoi viaggi, in bici o con bici al seguito. E ti piace un sacco. Quando questo accade è facile che si sia un amico di biciclette, nella tua rete mobile digitale e non, che sapendoti in cerca di tracce di vino e di buone cose della Terra (proprio come un segugio) ti sa guidare in posti speciali… Come l'Istria Granfondo Family & Gourmet Tour, ad esempio!    @lucianarota

#lepaginedelvino - Questa volta l’amico Caronte è il Sauro (nome importante per chi ama i cavalli come te). Giornalista, esploratore, ciclista, uomo di un mondo che pedala. Scagliarini,  di cognome: che per vocalità, quantomeno, indica temperamento, perseveranza, orgoglio e anche passione per quello che fa. Con decisione, insomma, lui è colui che Scaglia: la sua proposta.  E sa convincerti, con un viaggio che prima o poi va fatto.

La strada è quella corretta, per una come te che ama (oltre i cavalli ed i segugi) le buone cose della terra, il profumo del vino e delle sue vigne, la scoperta di territori autentici e ricchi di storia, di gente che sa valorizzarla. Ecco che parti già alla scoperta di una Terra: l’Istria!

Va da sé che il Sauro questo fine settembre… ti convince perché scaglia la sua proposta ed è quella che ti invita a raggiungere una meta – a due ruote – che è perfetta da degustare facendo qualche tappa – in surplace?fra vigne meravigliose e cantine o locali ricchi di tradizione, buon gusto e valore di prodotti della terra da provare.

Intanto c'è un evento da segnalare (che costa solo 10 euro) e fa parte del programma di contorno del week-end ciclistico della città, che manda in scena la quinta edizione dell’Istria Granfondo, una maratona ciclistica che tocca i luoghi più pittoreschi dell’area nord-occidentale della penisola, spingendosi nel suo interno e affrontando le numerose colline coperte di vigne e ulivi: eccole qui le eccellenze della terra istriane.

Dunque c’è già un punto d’approdo, da segnalare subito in questo viaggio a due ruote: si chiama Itistria (Istrian wine bar & shop) ed è un locale inaugurato di recente sul porto di Umago, deliziosa cittadina istriana. Sei in Croazia. Questa nuova eccellenza del luogo è, guarda caso, meta di un tour ciclistico, aperto a tutti per la sua brevità, che si svolge il 30 settembre 2016.


La pedalata è facile
, per tutti, formato famiglia, perché di soli 10 km e parte dall’Atp Stadium Goran Ivanišević (nome che mette i brividi per chi ama lo sport che conta), dove si svolge, infatti, ogni mese di luglio uno dei più importanti tornei di tennis su terra. Parentesi: dovrai dirlo a @Criwine che segue i big della racchetta mondiale, di fare visita a questa location… Anche lui, prima o poi chiuderà qui il suo match… Chiusa la parentesi.

Sei già in un luogo speciale, particolarmente apprezzato per l’armonia dei suoi elementi: la pineta prospicente al mare, all’interno della quale sorgono diverse strutture a 4 e 5 stelle del gruppo alberghiero Istraturist. Buono a sapersi. Perché fra una pedalata e l’altra, il riposo è sacro. Meglio scegliere bene.

L’evento di settembre, perfetto per veri clicloturisti lenti e goduriosi come te è organizzato a puntino: chi arriva qui con la bici viene accompagnato infatti da una guida sulla ciclabile che collega il centro di Umago per raggiungere il locale Itistria ed assaggiare un vino rosso (del luogo) e una profumata Malvasia a corredo di stuzzichini caldi di pesce e carne.

La promessa è interessante: i vini proposti sono i migliori prodotti della giovane ed emergente enologia istriana e provengono dalle cantine Degrassi, Kozlovic, Coronica e l’emergente Cuj . Lo pronunci Zui!, come ti spiega il Sauro, ma nel bicchiere - gli rispondi tu -  sono altri i sensi coinvolti, l’udito si limita ad allenarsi per il solo primo cin cin. E chi si è visto si è visto.

Qui in ogni caso ci sono storie di gusto da  scoprire: come quella che racconta di una struttura gestita da due imprenditrici con una notevole esperienza nel settore gastronomico: si tratta di Fabiana Mijanovic e Aleksandra Vekić, rispettivamente titolari di Konoba Buščina, una delle trattorie più eleganti dell’area dove il menù è sempre a base di pesce fresco o carni autoctone come il bue istriano boškarin, e del frantoio di famiglia produttore del pluri premiato Olio Mate, per fare il quale si usano olive esclusivamente provenienti da oltre 28.000 piante direttamente gestite.

C’è anche una piccola interessante lista della spesa da mettere in conto, poiché ad Itistria si possono comprare, oltre ad olio e vino di primordine, prodotti gastronomici locali provenienti da piccoli produttori locali che offrono eccellenze del territorio preparate secondo ricette antiche.

Sauro è preciso nelle sue descrizioni e aggiunge: se arrivi in barca ecco, segnati le coordinate giuste: GPS. 45°25’ 59’’ N, 13°31’ 13’’ E. Poi la strada la trovi da te, porta all’Istria che c’è.

Post scriptum: se hai la barca e non hai la bici (o nessun mezzo!), invece, potrai noleggiarla in loco a questo  numero +385 (0)91 900 09 94


Se poi ci predi gusto
davvero e sei una o uno che apprezza il quieto pedalare sulle strade senza traffico, costeggiando vigneti e ulivi nel pieno della stagione, segna sul calendario (save the date!) il 2 ottobre 2016 perché va in scena l’Istria Granfondo Family & Gourmet Tour, un'altra bellissima pedalata all’interno del territorio senza salite o difficoltà particolari.

Si parte da Riva Porporela alle 10, il pittoresco porticciolo di Novigrad, la cittadina di mare a pochi km sud di Umago. Il costo è di 5 € e gratis per i ragazzi sotto i 18 anni. Le iscrizioni si fanno sul posto prima della partenza. Il percorso di 25 km in totale, dopo Novigrad toccherà in successione Mareda - Fermići - Karigador - Radini - Fiorini - Bužinija - Paolija e di nuovo si tornerà a Novigrad.

A metà del percorso è previsto un punto di ristoro con alimenti locali, dolci, frutta e bruschette con olio locale. Al termine del percorso, sul porto di Novigrad, viene allestito uno spazio per offrire a tutti i partecipanti un pasta party ancora in stile Istriano.

Cerchi le informazioni giuste? Clicca QUI.  Per altro sull’evento di cui sopra e … dintorni il sito è Questo

Sei un biker enogourmet con prole al seguito? Nessuna paura. C’è trippa anche per te. Sabato 1 ottobre 2016, infatti, mentre i super appassionati pedaleranno sui due percorsi dell’evento principale, la Istria Granfondo, rispettivamente di 88 e 128 km, nell’area dell’ATP Stadium verranno allestiti vari intrattenimenti a sfondo ciclistico per i bambini, oltre ad aree spettacolari dove i funamboli del trial bike si esibiranno.

Cerchi solo un buon approdo gastronomico? Ecco qui: nella zona di Umago, a pochi km dall’ATP Stadium, trovi un’ampia scelta di ristoranti che offrono, oltre ai loro menù tradizionali, tanti piatti a base di tartufo, qui abbondante, profumatissimo e a buon mercato grazie alla stagione piena del raffinato tubero. A proposito di parole e del loro significato, segnati questa dritta: Konoba sta per Trattoria! Non puoi più sbagliare. E se ti fidi come noi il Sauro ti indirizza qui:

Konoba Buščina -  prende il nome dalla piccola frazione omonima, a metà strada fra Umago e Plovania. Il locale è delizioso: raccolto, con pochi tavoli, il camino sempre acceso e invitanti profumi di arrosto. Il menù offre diversi piatti a base di carne, ma anche il pesce è sempre presente.

Konoba Nono - In località Petrovia, sulla via principale fra Umago e Buie. Molto rustico, con il grande camino, un’ampia veranda che dà sul giardino circondato di ulivi, piacevolmente elegante. Molti piatti a base di carne, ma anche di pesce e una grande selezione di grappe prodotte direttamente dalla casa. Molti ingredienti vengono direttamente dalle proprie coltivazioni e da animali cresciuti nella fattoria adiacente.

Ristorante Maruzzella  - A Zambratija, sulla strada principale appena dopo Umago in direzione di Salvore, a 50 metri dal mare. Il pesce è l’ingrediente principale delle proposte, ma lo chef, che è anche il titolare è il valore aggiunto. È lui che solitamente esce dalla cucina per consigliare i clienti e capire come vogliono che si cucini il pesce. Il locale è piccolo e la prenotazione consigliata

Ristorante Toni  - Appena prima di Zambratija  e sulla strada principale è un altro classico per mangiare pesce freschissimo proveniente direttamente dai pescatori locali. Qui il menù viene solo dopo aver guardato nel carrello dei pesci pronti per essere cucinati. Il locale è un po’ più formale rispetto agli altri ma dopo il primo piatto ci si dimentica di tutto.  (Vuoi conoscere la fonte d'ispirazione? Scrivi a: [email protected]). Buona vacanza in Istria e pedalare!

 

I commenti sono chiusi