Tagliatelle con funghi porcini e ricotta

Adesso non ditemi che non ci sono funghi! Il grande mistero di una delle più deliziose golosità della cucina italiana: i funghi, misteriosi quando non ci sono, meravigliosi quando arrivano. Da cercare trovare e mettere in padella. Quelli porcini, poi, sono dei veri re della cucina. Ed eccoli a regalare un primo piatto molto speciale! PS  questa ricetta la dedico a tutte le famiglie pistoiesi)

#lepaginedelvino -  Via con ingredienti e ricettina. Hai messo il grembiule? Partiamo. Tagliatelle con funghi porcini e ricotta. Vai con gli ingredienti:

 

Dose per 4 persone:
320 gr di tagliatelle fresche all'uovo
400 gr di funghi porcini freschi
150 gr di ricotta di pecora  + 2 cucchiai di latte
1 spicchio di aglio , piccolo
4 filini di prezzemolo
2 fette di prosciutto affettato, non troppo sottile ma un po' più alto
Olio extravergine di oliva  q.b
Brodo   q.b
Sale e pepe

 

Preparazione: pulisci bene i funghi, tagliane  i gambi a pezzetti piccoli e le cappelle a pezzi più grossi. a parte fai un battutino, con le foglie di prezzemolo e l'aglio.

Per la cottura: in un tegame, metti l'olio a scaldare e con le dosi dell'olio evo devi essere generosa/o, perché i funghi ne richiedono abbastanza.    Quando l'olio è caldo, aggiungi i funghi porcini, il battutino, sale e pepe. Rigira con un cucchiao di legno.

Quando i funghi sono rosolati  (non bruciati!), aggiungi mezzo bicchiere di brodo caldo e copri  per ultimare la cottura. Anche se breve, a cottura ultimata spegni e copri.

In una pentola di acqua salata cuoci la pasta al dente, scola e metti nel tegame insieme con i funghi.

A parte schiaccia la ricotta con una forchetta  (solo se è molto densa aggiungi 2 cucchiai di latte) per ottenere una crema. Taglia il prosciutto a striscioline e versa tutto insieme.

Riaccendi la fiamma e mescola a fuoco basso, solo per 2 minuti. A piacere: aggiungi una spolverata di parmigiano! Servi subito, che la pietanza sia calda e... buon appetito.

Questa ricetta me l'ha suggerita la moglie di un pastore, della montagna pistoiese, la quale d'inverno, portava le pecore a pascolare nei campi di mio padre e dei miei zii. In cambio, ci restituiva: funghi porcini, formaggio e ricotta. Gli ingredienti principali di questa ricettina!

I commenti sono chiusi