Terroir Marche e i suoi vignaioli biologici

Il giovane consorzio che riunisce le cantine biologiche delle Marche sarà presente al Vinitaly 2016. Lunedì 11 aprile fra gli appuntamenti anche una cena di presentazione nel centro storico di Verona. Nell'occasione Terroir Marche lancia la partnership con la neonata start up di mobilità sostenibile Happy Ways

#lepaginedelvino  - #vinitaly2016 -  Ci sarà anche il Consorzio Terroir Marche tra i protagonisti della cinquantesima edizione di Vinitaly, il Salone internazionale del vino in programma a Verona dal 10 al 13 aprile.

Negli spazi Vivit, Vinitalybio e Fivi, i vignaioli biologici marchigiani presenteranno le nuove annate di Verdicchio, Pecorino, Sangiovese, Montepulciano e degli altri vini autoctoni della regione, invitando operatori e appassionati a ritrovarsi ad Ascoli i prossimi 21 e 22 maggio per la seconda edizione di Terroir Marche – Vini e vignaioli bio in fiera.

Foto di gruppo Terroir Marche 2015 ph Mauro Firmariello

La trasferta a Verona del giovane consorzio marchigiano, che conta oggi 13 cantine grazie alle new entry delle aziende vitivinicole Col di Corte (Montecarotto, AN), Di Giulia (Cupramontana, AN) e Peruzzi (Monteroberto, AN), vedrà anche la nascita della partnership con la neonata start up veronese Happy Ways, che ha lanciato una piattaforma on line per condividere e segnalare migliaia di eventi in tutta Italia promuovendo un mobilità sostenibile e gratuita.

La seconda edizione di Terroir Marche in fiera, in programma a maggio 2016, sarà l’esperienza pilota a livello nazionale della start up, capace di conquistare nei mesi scorsi l’interesse e la fiducia di tantissime persone che hanno finanziato il progetto aderendo alla campagna di fundraising lanciata dai due ideatori.

La collaborazione nel segno di una filosofia green sarà ufficializzata lunedì 11 aprile, alle ore 20.30, in una location d’eccezione, il ristorante Flora, unico locale del Veneto a proporre una cucina 100% biologica, vegana e gluten free.

I commenti sono chiusi