Corre forte il carrello del vino

Vinitaly prepara la sua  50ma edizione, in programma dal 10 al 13 aprile prossimi, a Veronafiere, e lo fa comunicando dati positivi sul mercato del vino. In particolare sul segmento del vino venduto nei supermercati che segna un dato in crescita

#lepaginedelvino - Nella nota diramata dall'ufficio stampa di Vinitaly, in programma a Veronafiere dal 10 al 13 aprile prossimi, si evincono alcune notizie interessanti sul mercato del vino, in particolare su quello della grande distribuzione organizzata.

Fra i dati analizzati, da segnalare che aumentano i prezzi medi, mentre la pressione promozionale rimane invariata, tra i vini più venduti d’Italia crescono Nero d’Avola, Vermentino e Trebbiano mentre tra i vini emergenti spuntano Passerina, Valpolicella Ripasso e Nebbiolo. Vanno bene anche gli spumanti ed il vino biologico.

Puntualizzando il dato di mercato, Vinitaly annuncia che, dopo anni di stasi, si registra dunque una crescita più decisa delle vendite di vino italiano sugli scaffali della grande distribuzione (Gdo), sia in volume che a valore.

L’istituto di ricerca IRI ha elaborato infatti, in esclusiva per Veronafiere, i dati sull’andamento del mercato nel 2015 che dice che le vendite delle bottiglie da 75cl aumentano del 2,8% a volume rispetto al 2014, e le bottiglie da 75cl a denominazione d’origine (Doc, Docg, Igt) del 1,9%. Rispettivamente le vendite a valore crescono del 4,0% e del 3,8%.

Commenta Virgilio Romano direttore di IRI: «Si tratta di una crescita doppiamente positiva perché non è stata stimolata né dalla crescita promozionale né da prezzi in calo. La pressione promozionale, infatti, rimane su livelli alti ma inalterati rispetto all’anno precedente, mentre i prezzi sono in aumento: i vini a denominazione di origine, ad esempio, hanno prezzi medi in crescita dell’1,9%. Dopo un lustro di assenza, la crescita contemporanea di volumi e valori ci lascia ben sperare per gli anni futuri».

Risultati positivi anche per gli spumanti venduti in Gdo: + 7,8% a volume e +7,5% a valore, anche se il prezzo medio è leggermente ridimensionato rispetto al 2014. I vini biologici crescono a volume del 13,2% (a valore del 23%), ma i litri venduti sono ancora limitati: un milione e 630 mila. (fonte ufficio stampa Veronafiere - Vinitaly - IRI)

I commenti sono chiusi