Tempo di lettura: 3 minuti

#lepaginedelvino – La buona musica, i buonissimi artisti che suonano la roots music, il buon blues, il buon vino, i buoni prodotti all’origine, le buone persone, i buoni bambini che devono lottare contro la leucemia e serve un festival per raccogliere fondi per loro, grazie ad AGAL che coopera con il San Matteo di Pavia: sono gli ingredienti magici del Roots Music Festival che diventa un giro di blues per AGAL, sabato primo giugno, a Torrazza Coste in provincia di Pavia.

Nella splendida tenuta di Riccagioia dove ha sede ERSAF, Ente Regionale per i Servizi all’Agricoltura e alle Foreste, ente strumentale della Regione Lombardia, incaricato di svolgere attività tecniche e promozionali per lo sviluppo e l’innovazione dei settori agricolo e forestale e per il territorio rurale, sabato primo giugno, arriva Blues per AGAL che è un festival alle origini della roots music e che terrà banco, dalle 18 in poi, servendo grande musica per sei ore. Con un ricco companatico. Assaggi di territorio e di origine del territorio.

Il contorno di artisti di grande spessore musicale e umano che si alternano per raccogliere fondi per l’Associazione Genitori e Amici del Bambini Leucemico (con ingresso ad offerta) è fatto da degustazioni di vino delle Doc dell’Oltrepò Pavese, grazie alla generosa collaborazione di Ersaf Tenuta Riccagioia, con la promozione condivisa con il Consorzio Tutela Vini Oltrepò Pavese che lì ha sede (c’è anche la sede di Valoritalia), una sede storica quella del Consorzio lombardo che rappresenta un mondo del vino di 13mila ettari di vigne in Lombardia.

Chi frequenterà la grande festa musicale e sociale del blues, il primo giugno prossimo, a Riccagioia, potrà assaggiare brani alle origini del blues abbinati a questi tre “artisti” in bottiglia: lo Spumante DOC Rio delle Rose (Pinot nero rosato metodo Martinotti) 2021, il Riesling DOC D’Agrest 2021, la Barbera DOC La Romera 2019, scegliendo così di abbinare i calici ad assaggi di prodotti locali, formaggi, miele, salumi e un piatto speciale Food & Blues preparato dagli amici della Bottega della Carne di Angera come ci spiega il geniale Stefano Limuti: Proponiamo un finger-food di Pulled pork in un panino accompagnato con della salsa Chimichurri e una Tartare gourmet della Bottega della carne servita all’interno di un tacos, dice Limuti.

Abbiamo studiato per Agal questo piatto per il festival del Blues di Riccagioia – hanno detto Alessia e Stefano Limuti, titolari della Bottega della Carne di Angera –  Siamo molto felici di partecipare a questo concerto per i sensi, che abbina eccellenze artistiche con prodotti di qualità. Un abbinamento perfetto che ha anche uno scopo benefico e ci permette di proporre il massimo livello di degustazione, usando tutti i sensi, in un contesto così prestigioso come la Tenuta Riccagioia di Torrazza Coste.

La qualità della musica in concerto con quella per la gola: Vogliamo essere la differenza alimentare che garantisce al consumatore la qualità e l’eccellenza, offrendo un servizio esclusivo consapevole di ciò che servirete nei piatti, dice ancora Stefano Limuti.

image 50366465

Mauro Ferrarese, bluesman, direttore artistico del Roots Music Festival – Un Giro di Blues per AGAL (foto A-Z Blues)

Etica e cultura incontrano il gusto autentico per tornare al sapore originale d’un tempo. Un ritorno alle origini come per la musica del Roots Music Festival. Ci sono molte note buone che si fondono su questo spartito di Blues per AGAL, seconda edizione del Roots Music Festival nato un anno fa a Varzi (PV) e diventato una interessante realtà itinerante.

Un semplice giro di blues, che mette insieme radici della musica e del buon vino e cibo, identità diffuse, calici e degustazioni multisensoriali, dove la sinestesia è musica e fa anche bene spiega il maestro Emanuele Servidio, manager show di questo evento, che vede la direzione artistica di Mauro Ferrarese, bluesman affermato che ha chiamato sul palco di Riccagioia grandi amici musicisti collegati dalle radici del Blues.

DSC 8887 HQ pp copia bassa

Max De Barbardi e Veronica Sbergia fra i protagonisti del prossimo Roots Music Festival – Blues per AGAL

Il festival di Riccagioia ha visto l’immediata adesione di alcuni tra i principali artisti di spicco nel panorama del blues e della roots music italiana, quali Mandolin’ Brothers, Max De Bernardi & Veronica Sbergia, Mauro Ferrarese e Max Prandi, tutti felici di far parte di questa grande festa sociale, musicale e gastronomica. Le collaborazioni, il companatico goloso, la qualità delle note: un concerto di emozioni da non perdere.